20101217

Saviano sionista, capitalista, celerino... che altro?


Ok. Non ce l'ho fatta. Ho visto 'sta lettera e ho tentato di leggerla, per capire fino a che punto la mediocrità e la banalità, e la malizia, possano arrivare. Ma nn ci riesco. La inizio, e poi a metà del primo paragrafo vado al secondo, e a un terzo del secondo passo al terzo e a un quinto del terzo chiudo il browser e inizio a prendere a pugni il muro...
Quindi se nn riesco a leggerla nn posso criticarla. E come criticare un film prima di vederlo...
Nn si può.
Però nn ci sono riferimenti ai celerini che massacrano anonimamente, e dico io, perchè nn scrivere una lettera aperta ai celerini sadici? Eh Robertino? La smetti di farti pubblicità sulla pelle della gente per favore?
Mai un riferimento al fatto che il problema nn è il regime ma il sistema economico.
Si può dire nel 2010 che il capitalismo è solo morte e distruzione, che si è contro la proprietà privata e che se nn si cambia il sistema economico nn si cambia un cazzo?
Si può dire che davanti alla violenza sistematica dello stato mafioso e repressivo si risponde con l'Intifada?
Si può dire che gli scontri di questi giorni e la rabbia che porta ad un antagonismo istintivo nn c'entra un cazzo con gli anni '70? Qua nn c'è nessun gruppo armato organizzato nè nessuno, nemmeno i "compagnetti" più infogati, che pensi veramente che si possa, con la violenza, "prendere il potere". Io martedì ero in piazza, in prima fila, e ho visto solo rabbia, frustrazione e voglia di farsi sentire da un potere arrogante, volgare, ostentato e beffardo. I ragazzi nn ci stanno, sanno che nn avranno un futuro roseo, che spacchino tutto o meno. E martedì nn si è spaccato tutto, come dice la stampa e tutti i coglioni che in piazza nn c'erano e parlano solo per sentito dire. Io ho visto solo distruggere banche, SUV, Jaguar, quindi i simboli di un sistema economico assassino che sta portando l'umanità alla rovina, e cercare di avvicinarsi al parlamento per dire la propria opinione. In un regime dittatoriale le strade sono presiedute dalle forze del disordine per reprime il dissenso. Nessuno si indigna più per questo. E io temo che questo avvenga perchè da anni nn c'è più un vero antagonismo, che faccia sentire ai buoni borghesi il pepe al culo, e nn il contrario...
Comunque come sappiamo Saviano è pro Israele, quindi nn stupisce che si preoccupi di chi lancia le pietre e nn di chi ha le pistole e i manganelli e i blindati...
Mi chiedo ancora, si può dire che la democrazia è questo?
La VOSTRA DEMOCRAZIA è la repressione sistematica di chi nn vuole farne parte, è la compravendita di parlamentari, è andare a braccetto con la mafia, è il potere volgare ostentato, è il voto di scambio, è la rappresentatività di sto cazzo, è il capitalismo oppressore, è il genocidio dei popoli, è la distruzione sistematica del nostro abitat.
Si può dire?
Sì che si può dire, lo sto dicendo. Ma perchè mi sento sempre come un alieno in un mondo ignoto e assurdo e grottesco quando lo dico!?!???

2 commenti:

Anonimo ha detto...

bel post ..
condivido tutto ..
ipocrisia di un fenomeno mediatico che si fa portavoce di tutto evitando furbamente di criticare la sua amata israele
che sfosforizza bambini!!
pagliaccio.! per di piu' sionista
ciao
nadia

TeleAut ha detto...

ciao nadia. se ti è piaciuto il post ti paicerà ancora di + il nostro film.
poi scaricarlo dalla home di questo stesso blog!
buona visione!